blogAGP-Russo

NEWS DAL MONDO SU BENESSERE, SALUTE E BELLEZZA

raccolta di articoli specialistici, di divulgazione e di curiosità di testate giornalistiche di settore

NEWS DAL MONDO SU BENESSERE, SALUTE E BELLEZZA

raccolta di articoli specialistici, di divulgazione e di curiosità di testate giornalistiche di settore

I testi e le immagini sono utilizzati a puro scopo informativo e possono non essere fedelmente descrittivi e rappresentativi di un prodotto/i.
Tutti i diritti delle immagini e dei testi restano dei legittimi proprietari/editori.

DALLA NATURA TANTI BENEFICI

Quante volte in televisione vengono pubblicizzati prodotti che promettono di restituire in poco tempo la linea perfetta, o che potrebbero aiutarci nell’eliminare i chili di troppo, o ancora che potrebbero regalarci la tanto desiderata pancia piatta per attendere in forma l’arrivo dell’estate. Eppure non sempre questi prodotti si rivelano utili, anzi a volte possono essere dannosi per l’organismo. Bisogna prestare molta attenzione a quale tipologia di prodotto acquistiamo e a quali effetti hanno questi ultimi sull’organismo. E’ importante anche sottolineare il fatto che non sempre ciò che è naturale è sicuramente qualcosa che farà bene al nostro organismo. E’ di fondamentale importanza a tal proposito l’informazione.

La natura ogni giorno ci regala tanti elementi positivi, che se sfruttati nel modo corretto possono apportare grandi benefici al nostro organismo. Frutti come la papaya o l’ananas hanno delle grandi proprietà drenanti e brucia grassi. L’ananas è un frutto esotico originario del sud America, ma ad oggi le piantagioni di ananas si trovano nelle Hawaii, nelle Filippine, nell'Asia sud-orientale, in America Latina, in Florida e a Cuba. La pianta appartiene alla famiglia delle Bromeliaceae. Si tratta di una tipologia di frutto molto consumato in molte parti del mondo per una serie di benefici che apporta all’organismo. L’ananas, come la maggior parte dei frutti, è molto ricco di acqua, e apporta poche calorie. Presenta delle discrete quantità di vitamina A, importante per garantire il benessere della pelle o della vista. Quello che molto spesso sentiamo dire è che l’ananas brucia i grassi, in realtà non è esattamente così. Nell’ananas è presente un particolare enzima proteolitico che si chiama bromelina, il quale è i grado di scindere proteine ed acidi grassi a catena lunga, di conseguenza viene accelerata la digestione delle proteine e rallentata l’assimilazione dei grassi. Inoltre la bromelina ha un elevato potere diuretico, il che rende l’ananas un alleato per combattere la cellulite. Come se non bastasse l’ananas è ricco di molecole con funzione antiossidante ed antinfiammatoria. Allora introdurre l’ananas nella nostra dieta è sicuramente una giusta scelta. Ma attenzione, la bromelina è un enzima che con il calore si denatura, e quindi perde il suo funzionamento. Dunque è essenziale consumare l’ananas crudo e non cotto, e come frutto fresco con lo scopo di trarre al meglio i benefici di questo prezioso alleato.

Altro frutto altrettanto importante è la papaya. Carica papaya, è una pianta appartenente alla famiglia delle Caricacee, è originaria del centro America e ad oggi coltivata anche in Africa ed Asia. Anche la papaya è un frutto ricco di molecole con funzione antiossidante, come licopene, vitamine A, C ed E. Una molecola importante che ritroviamo in questo frutto è la papaina, che può essere ricavata da diverse parti della pianta, ed ha proprietà antielmintiche, quindi viene adoperata per combattere i parassiti intestinali, oltre che proprietà digestive, in quanto svolge un’attività molto simile ad un enzima gastrico, ovvero la pepsina, implicato nella digestione delle proteine.

Moringa oleifera è una pianta appartenente alla famiglia delle Moringaceae, diffusa in buona parte della fascia tropicale ed equatoriale del pianeta. Essa è conosciuta anche come albero del rafano. La pianta è ricca di molecole con funzione antiossidante, è ricca di sali minerali e vitamine, soprattutto del gruppo A, C, B ed E. Le foglie della moringa hanno un alto valore energetico, e possono essere consumate anche crude. Tra le tante cose, questa pianta è ricca di grassi omega 3-6-9, ha la funzione di rafforzare il nostro sistema immunitario e regolare la pressione sanguigna. Altrettanto importanti sono le proprietà digestive, e molto interessante è la capacità di regolare il metabolismo, favorendo così la perdita di peso. 

Un’altra pianta particolarmente interessante è Coleus Forskohlii dalle cui radici viene estratta la forskolina. Questa pianta cresce molto abbondante nelle regioni asiatiche. Se la forskolina viene consumata regolarmente e nel dosaggio consigliato, è una molecola che ha una serie di effetti benefici sull’organismo. Ha una funzione antinfiammatoria ed antiaggregante piastrinica, rilassa la muscolatura e regola la produzione di ormoni tiroidei. Sicuramente per gli amanti della bellezza uno degli effetti della forskolina è l’effetto brucia grassi, in quanto questa sostanza stimola la produzione di enzimi implicati nel meccanismo di scissione dei grassi, oltre al fatto che aiuta ad incrementare la massa magra.

Vediamo dunque che la natura ci mette a disposizione tante valide alternative per il miglioramento del nostro corpo e della nostra salute. Bisogna solo porre estrema attenzione a ciò che assumiamo, ed in ogni caso farlo sempre nel modo corretto e nel dosaggio consigliato, e solo dopo esserci accuratamente informati.

 

Italia, la Bpco lascia senza fiato 2,5 milioni di persone

Ecco i sintomi da riconoscere e come tenerli sotto controllo

Gli italiani sono un popolo senza respiro. A svelarlo è l'indagine 'Gli ostacoli del fiato', realizzata da GfK e promossa da AstraZeneca, secondo cui la mancanza di fiato è un'esperienza vissuta da più di 3 italiani su 4, e quasi 1 italiano su 5 non riesce a camminare velocemente e a salire una rampa di scale. La quota di persone in difficoltà sale tra chi vive nelle grandi città (1 su 4) e tra gli over 64 (più di 1 su 3). Spesso la causa è ricercata nello smog e nell'inquinamento atmosferico, nel caldo, nella mancanza di spazi verdi e nella sedentarietà, ma alla base del problema può esserci anche una malattia che togliendo letteralmente il fiato ostacola lo svolgimento delle attività più semplici, impattando pesantemente sulla qualità di vita: la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco).

 

Secondo la stessa indagine, quasi 1 paziente con Bpco su 2 è in difficoltà a fare le scale e a svolgere qualsiasi tipo di attività fisica. A causa della patologia può diventare impossibile dedicarsi ai propri hobby o andare a ballare, e in quasi 1 caso su 5 è necessario cambiare professione; nel 9% dei casi si finisce addirittura per rinunciare a lavorare. Ma di cosa si tratta? E come può essere gestita?

 

Leggi tutto: Italia, la Bpco lascia...

Consumo di proteine vegetali allunga la vita

L’assunzione di quelle animali, invece, aumenta rischio di morte nei soggetti che hanno abitudini nocive

Il consumo di proteine vegetali aiuta a vivere più a lungo. Lo sostiene, in uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine, il team di ricercatori diretto da Mingyang Song del Massachusetts General Hospital e dell’Harvard T. H. Chan School of Public Health di Boston (Usa). Secondo gli esperti, l’assunzione delle proteine di origine animale potrebbe invece aumentare il rischio di morte nelle persone che hanno uno stile di vita scorretto.

 

"I nostri dati sostengono l'importanza delle fonti proteiche per la salute a lungo termine – afferma Song -. Gli studi precedenti si sono concentrati principalmente sulla quantità complessiva del consumo di proteine, che rappresenta un aspetto importante, ma lo è anche la scelta dei cibi da cui si ottengono. I nostri risultati, inoltre, hanno implicazioni per la salute pubblica e possono servire a perfezionare le attuali raccomandazioni dietetiche sull'assunzione di proteine, alla luce del fatto che, nel lungo periodo, la salute è influenzata non solo dalla quantità di proteine, ma anche dalla fonte specifica di cibo da cui si traggono”.

 

Leggi tutto: Consumo di proteine...

Sui giocattoli i virus sopravvivono per 24 ore

Giocandoci i bambini rischiano di contrarre patologie infettive

I giocattoli potrebbero diventare veri e propri serbatoi di malattia. Sulla loro superficie, infatti, alcuni virus possono sopravvivere fino a 24 ore. Di conseguenza, i bambini che ci giocano hanno possibilità elevate di contrarre una patologia infettiva. Lo sostengono, in uno studio pubblicato sulla rivista The pediatric infectious disease journal, Richard Bearden e Lisa Casanova, due ricercatori della Georgia State University di Atlanta (Usa). 

 

Leggi tutto: Sui giocattoli i virus...

Iscriviti per ricevere news e offerte su prodotti farmaceutici e servizi estetici.


captcha 

Iscrivendoti accetti le regole circa la Privacy e Termini di Utilizzo del nostro sito.

Farmacia A.G.P. Russo delle dott.sse Maria ed Anna Russo
Via Fuori Porta Roma n°101 81043 Capua (CE)
telefono: 0823 961162
Area Riservata
contatti@farmaciarusso.it - www.farmaciarusso.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie per migliorare la navigabilità del software web e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.